Quali sono i rischi per l’implantologia? (Gratuito)



ATTENZIONE: Devi effettuare il login per vedere questo video.

Descrizione

Quali sono i rischi per l’implantologia?

Il rischio della dell’implantologia e fondamentalmente quello di rispettare delle strutture anatomiche che non devono assolutamente essere lese.

In una certa percentuale di casi gli impianti possono non integrarsi nell’osso e quindi possono non attaccarsi, ma questo è un evento che diciamo così che nelle statistiche tutto il mondo riguarda 5 impianti su 100.

Il vero rischio e ledere le strutture anatomiche, per evitare questo rischio di lesione parlo per esempio del nervo alveolare inferiore, il nervo della mandibola, dei seni mascellari, delle cavità orbitale, delle cavità nasali, le strutture vascolari e il pavimento della bocca e sono tutte strutture che vanno assolutamente rispettate. Per fare questo però oggi l’attuale tecnologia di diagnosi tridimensionale ci ha dato molti strumenti nuovi.

I trattamenti implantari oggi vanno fatti esclusivamente dopo aver fatto un accurato studio TAC dell’anatomia tridimensionale del paziente e quindi attraverso questo studio identifichiamo le strutture anatomiche da rispettare quindi starne lontani sapendo chiaramente dove sono e poi possiamo anche fare di più perché con la chirurgia computer assistita, possiamo fare un progetto implantare utilizzando dei software di progettazione chirurgica, simulare l’intervento chirurgico, quindi posizionare tutti gli impianti a debita distanza dalle strutture a rischio, poi possiamo ordinare una guida chirurgica che è sostanzialmente una dima di fresaggio che con degli strumenti dedicati ci consente di preparare le sedi implantari esattamente come li abbiamo studiati con la simulazione computerizzata.

Questo aumenta l’accuratezza del trattamento e lo migliora rispetto alla chirurgia a mano libera.

in collaborazione con:

gvm gruppo villa maria


Durata

01:31

Interventi recenti sul Forum

Nome discussione Autore Scritto il