Cosa fare in caso di problemi alle valvole cardiache? (Gratuito)



ATTENZIONE: Devi effettuare il login per vedere questo video.

Descrizione

Cosa fare in caso di problemi alle valvole cardiache?

Le valvopatie cardiache sono delle patologie alle quali posso avere diverse eziologia.

Possono essere dovute queste alterazioni alle valvole da problemi anatomici quindi diciamo nella loro struttura, possono essere invece dovute a meccanismi funzionali o ad altri meccanismi come ad esempio processi infettivi.

L’esame cardine per questo tipo di patologie è rappresentato dall’ecocardiogramma di screening transtoracico che avviene tramite una sonda che viene appoggiata sullo sterno del torace ed è un esame non invasivo è assolutamente fruibili in qualsiasi tipo di struttura ospedaliera o struttura ambulatoriale.

Esami invece che rappresenta un livello superiore è sempre l’ecocardiogramma ma transesofageo, che viene effettuato inserendo una sonda “Eco” all’interno dell’esofago che è a stretto contatto con il cuore. Questo è l’esame principe per poter valutare sia la funzionalità che la morfologia delle valvole.

Esistono anche altri esami come ad esempio l’eco 3d, c’è sempre una parte delle ecocardiogramma ma in cui c’è la possibilità di ricostruire la struttura morfologica delle valvole esattamente come la vediamo poi noi dal vivo.

Ovviamente serve uno strumentario adatto che di solito si trova soltanto nei grandi ospedali, nelle grandi cardiologie dove ci sono appunto strumentazioni adeguate per effettuare delle diagnosi fini.

Anche la TAC, la Cardio-TAC e la risonanza possono essere esami strumentali utili per valutare la funzionalità delle valvole quindi per riuscire a diagnosticare delle valvolepatie.

in collaborazione con:

gvm gruppo villa maria


Durata

02:22

Interventi recenti sul Forum

Nome discussione Autore Scritto il
cardiopatia ischemica LEO 10 gennaio 2019