Che differenza c’è tra by-pass arterioso e by-pass venoso? (Gratuito)



ATTENZIONE: Devi effettuare il login per vedere questo video.

Descrizione

Che differenza c’è tra by-pass arterioso e by-pass venoso?

By-pass arteriosi e by-pass venosi sono entrambi strumenti nelle mani del chirurgo il quale chirurgo poi decide in base al paziente, in base anatomia del paziente, alla tipologia di coronarie, al numero di coronarie malate e anche alla costruzione che si può riservare, la costruzione di grandi ponti che si vogliono riservare sul paziente in base a questo utilizzo è arterioso o venoso.

La differenza fondamentale è che il by-pass è un condotto che poi nella nuova vita di condotto applicato al cuore farà un lavoro da arteria perché viene praticamente collegato dall’aorta alla coronaria e quindi all’interno di un sistema di vasi arteriosi utilizzando delle arterie e non delle vene noi portiamo dei vasi a praticamente fare un lavoro che il medesimo che fanno gli altri distretti in cui vengono prelevati per cui l’arteria mammaria interna di sinistra che è diciamo il bypass principe, il by-pass importante che normalmente viene sempre eseguito, confezionato, realizzato quando si fa un intervento di bypass è un’arteria che viene staccata dalla tua parte distale e viene collegata al cuore confezionando quindi un bypass arterioso risolto questo distretto viene sempre eseguito con by-pass arterioso.

Le altre coronarie come ad esempio la coronaria destra o il marginale ottuso vengono invece by-passati anche con altri segmenti, altri condotti come ad esempio può essere la vena safena, che è una vena che è presente nella gamba e viene prelevata dalla gamba e poi trasferita al cuore la differenza che però si prende un condotto che ha una particolare funzione, appunto quella di essere una vena quindi con reggimi pressori molto bassi, all’interno delle vene abbiamo 5-10 minuti mercurio di pressione e viene portata a fare un lavoro che invece il lavoro di un’arteria dove ci abbiamo la pressione che è quella che normalmente ci troviamo al braccio prima più di 120-130 minuti di mercurio questa differenza di lavoro può portare a lungo andare ad una degenerazione ad un’usura della vena molto più veloce rispetto a quella dell’arteria.

La differenza è fondamentalmente questa che con un bypass arterioso, arteria continua a fare il suo lavoro e quindi di solito ha una durata più lunga con la vena invece, la vena viene portata a fare egregiamente ma un altro tipo di lavoro e questa può nel tempo portarla ad un’usura molto più veloce quindi teoricamente i by-pass arteriosi hanno una durata nel tempo superiore rispetto ai by-pass venosi ovviamente ci sono poi anche altre molte altre variabili importanti ma in linea di principio se le persone più giovani utilizzano tratti arteriosi con le persone invece più anziane si possono tranquillamente utilizzare i by-pass confezionati attraverso le vene.

in collaborazione con:

gvm gruppo villa maria


Durata

03:45

Interventi recenti sul Forum

Nome discussione Autore Scritto il
cardiopatia ischemica LEO 10 gennaio 2019