blog



I cibi da evitare con la protesi dentale. Consigli pratici e alternative.

I cibi da evitare con la protesi dentale. Consigli pratici e alternative.

Evitare la frutta con i semi e prediligere alimenti morbidi. Attenzione ai cibi caldi, la protesi non ha sensibilità.

La protesi dentale, o più comunemente dentiera, pone un rimedio lì dove i denti sono caduti e il sorriso, per imbarazzo, stenta a farsi vedere. Può essere mobile, quindi removibile, oppure semifissa o fissa, in tutti i casi si tratta di una valida alternativa nel momento in cui non è possibile installare un impianto.
La protesi dentale regala un miglioramento estetico immediato, ma la piena funzionalità orale è meno diretta, soprattutto per quel che riguarda la masticazione e il mangiare in genere. I primi due mesi di solito sono i più difficili, si ha la sensazione di aver a che fare con un corpo estraneo e poco stabile, ma via via col tempo le difficoltà svaniscono, a patto che vengano rispettate alcune limitazioni culinarie.

faccette dentali

Protesi dentale, i cibi vietati

Per chi è stato sempre una buona forchetta si tratta indubbiamente di un mezzo lutto, non perché la scelta di cibi dopo l’installazione di una protesi dentale sia ridotta o insapore, ma per il semplice fatto di dover rinunciare a priori a dei cibi comuni nella dieta quotidiana.

Frutta a guscio e con i semi
Noci, pistacchi e arachidi sono da sempre i protagonisti dell’inizio o della fine di un pasto, la loro consistenza dura e la facilità con cui si inseriscono tra un dente e l’altro durante la masticazione li rendono nemici giurati delle protesi. Per lo stesso motivo anche la frutta con semi o piccole particelle diventa ostica, quindi sono bandite: uva, more, fragole, lamponi.

Crostini
Se qualcosa fa crock non è più così invitante, che siano crostini imbustati o si tratti di una fetta di pane riscaldata nel forno, tutto ciò che richiede una forza maggiore nel mordere è da ritenersi pericoloso.

Chewingum e caramelle
L’appiccicoso rimanda sempre a un concetto di fastidio, se prima lo si poteva dire solo di amici invadenti, con la protesi dentale diventa disagevole anche masticare una gomma, una caramella, assaggiare un dolce al caramello o affondare il cucchiaino nel burro di arachidi.

Cibi caldi
In questo caso almeno non si tratta di una situazione perenne, ma riguarda solo i primi mesi. La temperatura di una zuppa troppo scottante o di una polpetta infuocata potrebbe non essere percepita correttamente dalla protesi, motivo per cui è sempre consigliabile, almeno durante i primi tempi, di lasciar raffreddare i cibi caldi.

Consigli per la protesi dentale

Rieducare la propria masticazione non è così semplice, un’azione tanto abitudinaria è difficile da rimodulare. Bisogna imporsi un’autodisciplina ferrea, al fine di rendere un’azione meccanica di nuovo, nel tempo, naturale.

Masticare con entrambi i lati della bocca e non mordere con i denti anteriori
Masticando il cibo nelle zone laterali posteriori della bocca, aumenta la stabilità della protesi. Allo stesso modo è inutile sforzare i denti anteriori, anche in presenza di cibi tendenzialmente morbidi, meglio usare i denti laterali.

I primi tempi solo cibi liquidi
Durante le settimane iniziali è consigliato il consumo di soli cibi liquidi: zuppa, brodo, tisana. Subito dopo si può passare a cibi morbidi come purea, macinato, formaggi teneri, legumi cotti, pane ammorbidito.
Una volta superata questa prima fase, in futuro si potrà passare anche ad alimenti solidi, ma è sempre consigliato mangiare spezzettando il cibo in piccole parti, oppure, se si tratta di verdure, cuocere a vapore per ammorbidire la consistenza.

Guarda il video: L’uso della dentiera influisce sul modo di mangiare?

protesica dentale dott cassetta odontoiatra

 

 


Nessun commento ancora.

Lascia un commento