blog



Cosa sono le apnee notturne? Russamento e complicazioni.

Cosa sono le apnee notturne? Russamento e complicazioni.

Russare ogni notte è un’attività tanto comune quanto pericolosa, a rimetterci è il cuore. Chili di troppo e fumo sono tra i principali responsabili.

Il russare è ormai un luogo comune entrato nel nostro immaginario e rappresentato dal nonno o il vecchio zio che viene a stare a casa per un paio di giorni e non fa chiudere occhio a nessuno. Ha un che di ironico e irritante allo stesso tempo, una scena da gag comica consumata, ma dietro tutto ciò c’è da preoccuparsi, perché russare, soprattutto se frequentemente, può significare apnee notturne e problemi cardiaci.

Perché si russa? La causa è nella diminuzione del calibro delle vie aeree nel segmento compreso tra il naso e la laringe. La vibrazione delle strutture orofaringee che consegue al passaggio del flusso aereo genera il rumore tipico del russamento.

Ma quando il russamento diventa apnea notturna? Quando l’ostruzione è totale, con il collasso del palato molle, dell’ugola, della lingua; di conseguenza il respiro è assente e ciò provoca dei microrisvegli frequenti, di solito della durata di 2-3 secondi. Queste continue interruzioni condizionano le ore di veglia, portando irritabilità, spossatezza, cefalea mattutina, senza che l’individuo colpito sappia dare una spiegazione a tale condizione e alcune volte non sospettando minimamente di essere poco riposato (trattandosi magari di soggetti che abitualmente vanno a letto presto).

La qualità del sonno può essere misurata. Se la notte russi come un treno, vuol dire che non stai dormendo bene.

Le cause delle apnee notturne

Le cause e i fattori di rischio sono molteplici e nella maggior parte dei casi possono essere riconducibili alla conformazione delle vie respiratorie e allo stile di vita.

Rilassamento muscolare della lingua e della faringe
Ciò comporta l’arretramento della lingua fino in gola e l’occlusione della faringe, con conseguenti difficoltà che sfociano nel russamento .

Sovrappeso e inspessimento dei tessuti della gola
Il luogo comune dell’uomo panciuto che russa ha una spiegazione scientifica, infatti il russamento è conseguenza dell’eccessiva adiposità dei tessuti della gola, la trachea ad esempio, canale fondamentale nella respirazione, che se ristretto, non fa passare regolarmente l’aria.

Naso congestionato
In questo caso non si può parlare di apnee croniche, ma stagionali, dovute a raffreddori o allergie. Il passaggio dell’aria diventa molto più difficoltoso e ciò si riversa sui tessuti molli, aggravando l’ostruzione faringea.

Fumo
Il fumo irrita le vie respiratorie, si attesta che nel 35% dei casi le apnee notturne siano legate ai fumatori (indagine Sleep Breath).

Avanzamento dell’età
Con la vecchiaia si riducono drasticamente gli impulsi nervosi che mantengono rigidi i muscoli del collo, ciò porta a un collasso dei tessuti e maggior rischio di occlusione delle vie respiratorie.

Le conseguenze delle apnee notturne croniche

Una vita intera passata a dormire male non può che portare a cattive conseguenze. Non è un caso se la metà dei casi registra problemi cardiaci correlati: ipertensione, ictus, infarto, aritmie, insufficienza cardiaca.
Altro grande pericolo, spesso non pronosticabile o ravvisabile per tempo, riguarda i colpi di sonno alla guida. La sonnolenza diurna è tipica di chi soffre di apnee notturne, ciò aumenta i rischi su strada, soprattutto al buio e a fine giornata. Stesso discorso si può fare per chi svolge lavori manuali o è contatto con macchinari pericolosi.

Come diagnosticare le apnee notturne

Come in tutte le diagnosi, si parte prima dall’anamnesi, durante la quale il medico farà domande sulla qualità del sonno e sulle ore di veglia; dopodiché chiederà se in famiglia sono presenti casi di russamento cronico.
La fase successiva prevede la visita delle vie respiratorie, per escludere eventuali gonfiori dei tessuti. Infine si passa alla polisonnografia, un test effettuabile durante le ore di sonno e che registra: attività cardiaca, cerebrale, russamento, movimenti oculari e degli arti, livello di ossigeno. Questo test può essere effettuato solo presso strutture ospedaliere o centri del sonno.

Guarda il video: Cosa sono le apnee notturne? 

cosa è il sonno

 


Nessun commento ancora.

Lascia un commento